Il fonometro: cos’è, come funziona, a cosa serve e quali sono le sue applicazioni principali

Il Fonometro: Strumento Fondamentale per la Misurazione del Livello di Pressione Acustica

Il fonometro, noto anche come misuratore del livello di pressione acustica, è uno strumento essenziale utilizzato per valutare e quantificare il livello di rumore in vari contesti, dall’ambiente lavorativo all’ambiente esterno. Questo strumento, fondamentale per il controllo dell’inquinamento acustico e per garantire il rispetto delle normative, opera attraverso un processo sofisticato che converte le variazioni di pressione sonora in segnali elettrici misurabili.

Funzionamento e Caratteristiche del Fonometro

Il funzionamento di base del fonometro consiste nella trasformazione della pressione sonora in un segnale elettrico, che viene successivamente elaborato e visualizzato. Questo processo avviene attraverso un trasduttore, comunemente un microfono, che converte le variazioni di pressione sonora in segnali elettrici. Questi segnali sono quindi pesati utilizzando filtri di ponderazione, come il filtro “A”, “B”, o “C”, che si basano sulle curve isofoniche di Fletcher-Munson, per emulare la risposta dell’orecchio umano agli stimoli sonori. Il risultato finale viene visualizzato su una scala logaritmica in decibel (dB), che rappresenta il livello di pressione sonora efficace, espresso come dB(A).

Una delle caratteristiche distintive del fonometro è la capacità di misurare e memorizzare il valore istantaneo massimo della forma d’onda del segnale di pressione sonora, noto come livello di picco massimo. Questo è cruciale per identificare picchi di rumore transitori o improvvisi.

Oltre alla misurazione del livello di pressione sonora istantaneo, il fonometro può anche calcolare il livello sonoro continuo equivalente (Leq), che rappresenta l’integrale della pressione sonora al quadrato nel tempo, diviso per il tempo stesso. Questo valore fornisce una valutazione dell’energia sonora complessiva presente nell’ambiente nel corso del tempo.

Cosa sono le curve di ponderazione

Le curve di ponderazione per fonometri acustici, come la curve di ponderazione A, B e C, sono strumenti fondamentali per ottenere misurazioni accurate del rumore ambientale, tenendo conto della sensibilità dell’orecchio umano a diverse frequenze e livelli di pressione sonora. Queste curve sono derivate dalle curve isofoniche di Fletcher-Munson, che rappresentano la percezione umana della pressione sonora a varie frequenze e livelli di intensità.

La valutazione soggettiva del suono da parte dell’uomo è influenzata da una vasta gamma di pressioni e frequenze, che possono essere percepite dall’orecchio umano come segnali utili o disturbanti. L’orecchio umano ha una gamma di sensibilità acustica delimitata dalla soglia di udibilità ai bassi livelli di pressione sonora e dalla soglia di non-comfort, disturbo o dolore a livelli più alti, che superano i 120 dB. Inoltre, l’orecchio umano ha delle limitazioni nella percezione delle frequenze, definite dal campo di udibilità, che rappresenta il range delle frequenze udibili.

Per eseguire misurazioni accurate del rumore, è necessario utilizzare strumentazione che emuli la caratteristica dell’organo uditivo umano. Le curve di ponderazione A, B e C sono progettate per simulare il comportamento dell’orecchio umano a bassi, medi e alti livelli di pressione sonora, nonché a diverse frequenze. Queste curve compensano i livelli sonori ottenuti alle diverse frequenze per ottenere una sensazione uditiva simile a quella dell’orecchio umano.

Ad esempio, la curva di ponderazione A, basata sull’isofonica a 40 phon, enfatizza le frequenze medie (tra 1 kHz e 5 kHz), attenuando drasticamente le frequenze inferiori a 1 kHz e quelle superiori a 5 kHz. Questo è coerente con la risposta dell’orecchio umano, che è meno sensibile alle basse frequenze e più sensibile alle frequenze medie. La curva di ponderazione C, d’altra parte, è utilizzata per valutare suoni molto forti a frequenze molto basse, mentre la curva di ponderazione B è adatta per suoni mediamente forti.

Durante il processo di taratura dei fonometri, i filtri di ponderazione vengono controllati per assicurare che i segnali misurati e ponderati rispettino le tolleranze previste dalle norme di riferimento, come le norme IEC 60651 e IEC 61672. Questo assicura che le misurazioni del rumore siano conformi agli standard internazionali e che i risultati siano affidabili e comparabili.

Classi dei fonometri: Classe 0, Classe 1, Classe 2, Classe 3

Le classi dei fonometri sono standard internazionali che definiscono i requisiti e le specifiche tecniche per la precisione e l’affidabilità degli strumenti utilizzati per misurare il rumore e altri suoni ambientali. Questi standard sono essenziali per garantire che le misurazioni del suono siano affidabili, riproducibili e confrontabili tra diverse apparecchiature e contesti. Le classi dei fonometri sono stabilite da organizzazioni internazionali come la International Electrotechnical Commission (IEC) e l’American National Standards Institute (ANSI).

Ecco una spiegazione dettagliata delle classi dei fonometri:

  1. Classe 0: Questa è la classe più accurata e rigorosa. I fonometri di Classe 0 sono progettati per fornire le misurazioni più precise e affidabili possibili. Sono utilizzati in applicazioni ad alta precisione e in ambienti dove anche una piccola deviazione dalle specifiche può avere conseguenze significative. Gli standard internazionali, come la norma IEC 61672-1, stabiliscono i requisiti per i fonometri di Classe 0.
  2. Classe 1: I fonometri di Classe 1 offrono un’elevata precisione e sono utilizzati in applicazioni che richiedono misurazioni accurate del rumore, ma che possono tollerare una tolleranza leggermente maggiore rispetto ai fonometri di Classe 0. Questa classe è comunemente impiegata in ambienti industriali, ambienti urbani e per la conformità alle normative sul rumore. Gli standard IEC 61672-1 e ANSI S1.4 definiscono i requisiti per i fonometri di Classe 1.
  3. Classe 2: I fonometri di Classe 2 sono utilizzati in una vasta gamma di applicazioni, inclusi i controlli di conformità alle leggi sul rumore, la valutazione dell’esposizione al rumore nei luoghi di lavoro e la misurazione del rumore ambientale. Anche se offrono una precisione inferiore rispetto ai fonometri di Classe 0 e 1, sono comunque abbastanza accurati per molte applicazioni pratiche. Gli standard IEC 61672-1 e ANSI S1.4 stabiliscono i requisiti per i fonometri di Classe 2.
  4. Classe 3: Questa classe è meno comune e meno rigorosa delle precedenti. I fonometri di Classe 3 possono essere utilizzati in applicazioni dove è richiesta una misurazione generale del rumore e dove la precisione assoluta non è critica. Tuttavia, sono meno adatti per applicazioni che richiedono una misurazione precisa del livello di rumore. Gli standard IEC 61672-1 e ANSI S1.4 definiscono i requisiti per i fonometri di Classe 3.

Le classi dei fonometri forniscono una guida chiara per la selezione dell’apparecchiatura appropriata in base alle esigenze specifiche di misurazione del rumore. È importante scegliere un fonometro con la classe adeguata in modo da garantire che le misurazioni siano accurate e affidabili per lo scopo previsto.

Applicazioni e Utilizzi del Fonometro

Il fonometro trova una vasta gamma di applicazioni in diversi settori:

  • Ambienti Lavorativi: Utilizzato per monitorare i livelli di rumore sul posto di lavoro al fine di proteggere la salute e la sicurezza dei lavoratori e garantire il rispetto dei limiti di esposizione al rumore stabiliti dalle normative.
  • Ambienti Esterni: Utilizzato per valutare l’inquinamento acustico in aree urbane, industriali e residenziali, consentendo alle autorità di prendere misure per ridurre il rumore ambientale e migliorare la qualità della vita.
  • Industria: Impiegato per valutare e mitigare il rumore prodotto da macchinari, impianti industriali e processi di produzione al fine di garantire la conformità alle normative e proteggere la salute dei lavoratori.
  • Edilizia e Urbanistica: Utilizzato per valutare l’impatto acustico di progetti di sviluppo urbano, infrastrutture stradali e edilizie al fine di prevenire e ridurre il disturbo del rumore per i residenti e garantire il rispetto delle normative locali.

Il ruolo del fonometro nel controllo dell’inquinamento acustico

Il fonometro è uno strumento indispensabile per la valutazione e la gestione del rumore in vari contesti. Grazie alla sua precisione, alle sue capacità di misurazione e alla conformità alle normative, il fonometro svolge un ruolo fondamentale nel monitoraggio e nella riduzione dell’inquinamento acustico, contribuendo a creare ambienti più sicuri, salutari e confortevoli per tutti. La sua importanza continua a crescere con l’aumento della consapevolezza sui rischi per la salute associati all’esposizione al rumore e con l’implementazione di normative sempre più rigorose per proteggere la popolazione dall’inquinamento acustico.

Quali sono i principali produttori di fonometri presenti sul mercato italiano

Alcuni dei principali produttori di fonometri presenti sul mercato italiano sono:

  1. CESVA Instruments: CESVA è un produttore spagnolo di strumenti acustici e fonometri con una forte presenza internazionale, compresa l’Italia. Offrono una vasta gamma di fonometri di alta qualità adatti a diverse applicazioni, dalle misurazioni ambientali alle valutazioni dell’esposizione al rumore nei luoghi di lavoro.
  2. Brüel & Kjær: Brüel & Kjær è un produttore danese leader nel settore dell’acustica e della misurazione del rumore. La loro gamma di prodotti include fonometri di alta precisione e soluzioni di monitoraggio del rumore per una vasta gamma di settori industriali e ambientali. Brüel & Kjær ha una forte presenza in Italia attraverso distributori autorizzati e partner commerciali.
  3. Norsonic: Norsonic è un’azienda norvegese specializzata nella progettazione e produzione di apparecchiature acustiche e fonometri. Offrono fonometri portatili e stazionari con diverse opzioni e funzionalità per soddisfare le esigenze specifiche dei clienti in vari settori, tra cui ambientale, industriale e dell’edilizia. Norsonic è presente in Italia tramite distributori e partner commerciali.
  4. SVANTEK: SVANTEK è un produttore polacco di strumenti acustici e di misurazione del rumore, inclusi fonometri e dosimetri. La loro linea di prodotti comprende soluzioni portatili e stazionarie per la misurazione e il monitoraggio del rumore in ambienti industriali, urbani e ambientali. SVANTEK ha una presenza significativa sul mercato italiano attraverso distributori locali e partner commerciali.
  5. ACOEM Group: ACOEM è un gruppo internazionale con sede in Francia che offre una vasta gamma di soluzioni per la misurazione e il monitoraggio del rumore, compresi fonometri e sistemi di monitoraggio ambientale. Attraverso le loro divisioni e marchi, come Larson Davis e OneProd, ACOEM fornisce apparecchiature avanzate per la valutazione dell’esposizione al rumore e la gestione del rumore ambientale in vari settori industriali e urbani, inclusi quelli italiani.
  6. HT Italia: HT Italia è un produttore italiano specializzato in strumentazione elettronica per misure elettriche e ambientali. Offrono una gamma di fonometri e altri strumenti di misurazione del rumore adatti a varie applicazioni industriali e ambientali. HT Italia è un marchio rinomato nel settore della misurazione e ha una solida presenza sul mercato italiano.
    • Fonometri

      Fonometro di classe 1 HT Italia HT157

      Il fonometro integratore digitale HT157 è un fonometro di Classe 1, strumento avanzato progettato per il monitoraggio accurato del rumore ambientale, la verifica dei livelli di insonorizzazione e l’analisi spettrale in banda d’ottava. Con una vasta gamma di funzionalità e un ampio campo di misura, l’HT157 è ideale per le misure di rumore ambientale e negli ambienti di lavoro in conformità con le normative vigenti. Disponibile sia in vendita che a noleggio.

      6,790.00  IVA esclusa
      8,283.80  IVA inclusa
      Aggiungi al carrello
      ;
    • Fonometri

      HT Italia HTA102 – fonometro classe 2 con Calibratore Portatile

      Il fonometro digitale HT Italia HTA102 è uno strumento di precisione di Classe 2 progettato per la misurazione accurata del rumore ambientale e dei livelli di pressione sonora (SPL) in una varietà di contesti, inclusi ambienti industriali, urbani e domestici. Dotato di un calibratore portatile per controlli preliminari e di una connessione USB per il collegamento a un PC, l’HTA102 offre una soluzione completa per le esigenze di monitoraggio del rumore.

      379.00  IVA esclusa
      462.38  IVA inclusa
      Aggiungi al carrello
  7. Asita: Asita è un altro produttore italiano di strumenti di misurazione e apparecchiature di controllo ambientale. Offrono fonometri e altri dispositivi per la misurazione del rumore e la valutazione dell’esposizione acustica. Asita è conosciuta per la qualità dei suoi prodotti e il suo impegno nell’offrire soluzioni di misurazione affidabili per i clienti italiani.